Quando sono fresche, le alghe sono formate per l’80% da acqua, mentre una volta essiccate ne contengono solo più dal 10 al 20% e sono composte dall’80 al 90% di idrati di carbonio, proteine , minerali, vitamine e pochissimi grassi (solo l’1-2%).


Le alghe per la nostra salute...
seconda della loro composizione le alghe sono da considerarsi in generale degli ottimi prodotti:
Mineralizzanti
Fortificanti
Disintossicanti
Riequilibranti

Grazie ad un buon uso delle alghe si possono migliorare casi di :
• diabete, grazie all’azione del cromo, manganese e zinco ;
• problemi alla tiroide grazie alla presenza di iodio che ha un ruolo maggiore nell’organismo per la circolazione sanguigna, produzione di energia, regolazione intestinale, azione sul cuore, controllo degli ormoni ;
• problemi cardiaci e di ipertensione, ma anche di colesterolo grazie al potassio ed ai grassi insaturi ;
• problemi di circolazione sanguigna ;
• anemia per la presenza della vitamina B, del ferro e dell’arsenico ;
• problemi di crescita, rachitismo o perdita di minerali, visto l’alto contenuto di minerali fra cui calcio, fosforo, magnesio e silice.

Si riscontrano, in generale, dei buoni risultati in caso di: fatica, tensione o nervosismo, che sono spesso causati dalla carenza di minerali e che si verificano soprattutto in momenti di stress o di invecchiamento.
I casi terapeutici in cui le alghe vengono usate più comunemente da anni sono : gotta, stipsi, contro i vermi e la tubercolosi.
La specie Laminaria japonica aiuta contro l’ipertensione e l’arteriosclerosi.


Per saperne di più:
cg[ Alessandra Buronzo “ L'alimentazione Intelligente” Edizioni Mediterranee]cg

Rédigé par alessandra buronzo le 29/01/2009 à 21:07